Natale 1914
Cronaca

Qui di seguito, la lettera di un soldato inglese che ne scrisse alla sorella.

Giorno di Natale 1914.

Janet, sorella cara, sono le due del mattino e la maggior parte degli uomini dormono nelle loro buche, ma io non posso addormentarmi se prima non ti scrivo dei meravigliosi avvenimenti della vigilia di Natale.
In verità, ciò che è avvenuto è quasi una fiaba, e se non l’avessi visto coi miei occhi non ci crederei. Prova a immaginare: mentre tu e la famiglia cantavate gli inni davanti al focolare a Londra, io ho fatto lo stesso con i soldati nemici qui nei campi di battaglia di Francia!
Come ti ho già scritto, negli ultimi giorni ci sono stati pochi combattimenti gravi. Le prime battaglie hanno fatto tanti morti, che entrambe le parti si sono trincerate, in attesa dei rincalzi. Sicché per lo più siamo rimasti nelle trincee ad aspettare.
Ma che attesa tremenda! Ci aspettiamo ogni momento che un obice d’artiglieria ci cada addosso, ammazzando e mutilando uomini. E di giorno non osiamo alzare la testa fuori dalla terra, per paura del cecchino.
E poi la pioggia: cade quasi ogni giorno. Naturalmente si raccoglie proprio nelle trincee, da cui dobbiamo aggottarla con pentole e padelle. E con la pioggia è venuto il fango, profondo un piede e più. S’appiccica e sporca tutto, e ci risucchia gli scarponi. Una recluta ha avuto i piedi bloccati nel fango, e poi anche le mani quando ha cercato di liberarsi…»

Leggi tutto...
 
Albert e l'amore
Dal Mondo

Quando proposi la teoria della relatività, pochissimi mi capirono,e anche quello che rivelerò a te ora, perché tu lo trasmetta all’umanità, si scontrerà con l’incomprensione e i pregiudizi del mondo. Comunque ti chiedo che tu lo custodisca per tutto il tempo necessario, anni, decenni,fino a quando la società sarà progredita abbastanza per accettare quel che ti spiego qui di seguito.
Vi è una forza estremamente potente per la quale la Scienza finora non ha trovato una spiegazione formale.
È una forza che comprende e gestisce tutte le altre, ed è anche dietro qualsiasi fenomeno
che opera nell’universo e che non è stato ancora individuato da noi.

Questa forza universale è l’Amore.

Leggi tutto...
 
Legge di attrazione: DECIMA FASE
Legge di attrazione
Un vuoto o una mancanza sono sempre in attesa di essere colmati. Per esempio desideriamo un bel paio di scarpe nuove o dei vestiti carini da indossare per l’estate che sta arrivando. Bene, facciamo pulizia nei nostri armadi, puliamo e buttiamo quello che non serve. Sicuramente ci capiterà l’occasione di fare nuovi acquisti, o forse qualcuno ci regalerà vestiti o scarpe nuove. Vogliamo cose nuove nel vostro appartamento, iniziamo a fare pulizia, impacchettare e regalare le cose superflue. Ne arriveranno delle nuove più belle e di nostro gradimento.
Leggi tutto...
 
Legge di attrazione: NONA FASE
Legge di attrazione
Un altro strumento carino e che può aiutarci è avere un bel contenitore Dell’Attrazione.
Prendiamo una bella scatola, magari una vecchia scatola di biscotti, una cappelliera, qualcosa che attiri la nostra attenzione, anche una scatola di scarpe comunque potrebbe andar bene. L’importante è che diventi la nostra scatola personale. Deve essere il recipiente dei nostri desideri. Il contenitore della nostra speranza. Li riporremo qualsiasi cosa ci piaccia: la foto di una villa, ritagli di giornale, brochure di viaggi che desideriamo fare, pubblicità di crociere nei Caraibi. Invece di buttare le pubblicità pensando: “Tanto non potrò mai permettermi quel bel loft”, mettiamo tutto nella nostra scatola. Scopriremo cose fantastiche.
Mi è successo di frugare nei miei fogli e scoprire cose che già avevo ottenuto e delle quali non ricordavo nemmeno di aver messo da parte la foto o la pubblicità.
 
Legge di attrazione: OTTAVA FASE
Legge di attrazione
Cerchiamo di dedicare molto tempo a essere grati e ad apprezzare qualsiasi cosa. E’ la nostra sensazione legata al nostro apprezzamento, a essere importante. La gratitudine ci aiuta a essere più positivi, emanando alte vibrazioni.
Iniziamo appena alzati a ringraziare per la bellissima giornata, poi a tavola, per la sostanziosa colazione. Poi ringraziamo per il lavoro che abbiamo da fare, per meravigliosi figli che abbiamo.
Cerchiamo di dimenticare le cose brutte e ricordarci solo di quelle belle, delle piccole cose che ci fanno piacere durante la giornata.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

More Info

Statistiche

Utenti : 30
Contenuti : 886
Tot. visite contenuti : 1187411

Commenti Articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information