23

Nov

2009

FRANCESCO TOTTI è la Roma
Scritto da Administrator   
Questo articolo e' stato letto: 544 volte

Ventisette minuti per ricordarsi che lui è semplicemente La Roma. In quella mezzoretta scarsa Francesco Totti ha dimostrato ancora una volta ciò di cui è capace. Lui che è nato per fare meraviglie, ma oggi si è davvero sbizzarrito. Un rigore, una punizione, un gol da favola; 30 minuti e con le sue prodezze la partita sembra esser già finita, al suo cospetto il temuto e sorprendente Bari sembra una squadretta da oratorio.

Il ritorno in campo del capitano coincide con il varo del tridente-spettacolo. Chi tirar fuori tra Menez e Vucinic per far posto a Francesco Totti? Semplicemente nessuno. Il pragmatico Ranieri si trasforma in coraggioso guascone e decide di regalare un pomeriggio di bel calcio ai tifosi presenti, baresi compresi. Trascinati dallo spessore del capitano, i due fantasisti giallorossi si esaltano vogliosi anche di dimostrare che le tre punte in avanti non rovinano gli equilibri. Vucinic e Menez, quindi, corrono come forsennati; il montenegrino fa addirittura le chiusure da terzino. Dietro ai tre pittori, sette falegnami (nel senso buono del termine) coordinati dalla regia di Pizarro. Tutto ciò è la Roma di questo pomeriggio, una squadra che nel primo tempo regala spettacolo, che diverte il pubblico, segna e, cosa di non poco conto, vince. Il secondo tempo non è stato affatto una meraviglia. Appagata dalle magie di Totti e dal risultato, la squadra giallorossa si è troppo seduta ed ha provato ad amministrare il risultato. Il Bari ha accorciato le distanze dopo averci provato in più occasioni. Dall’autogol di Andreolli in poi, però, la difesa giallorossa non ha corso alcun pericolo.

Una segnalazione positiva la merita Julio Sergio. Il portiere brasiliano ha stravolto le gerarchie e dimostra di partita in partita di essere portiere di livello. Ha salvato il risultato in due occasioni su Barreto dimostrandosi attento anche sulle incursioni di Koman. Julio Sergio e le sue parate sono la ciliegina sulla torta di una giornata dolce per i colori giallorossi.

A condire una giornata veramente positiva ci si mettono, poi, anche i risultati dagli altri campi. La Fiorentina ieri sera era incappata in una sconfitta interna con il Parma, il Genoa invece esce sconfitto da Livorno. Anche il Napoli non va oltre il pareggio contro una Lazio da oggi in piena zona retrocessione. Toscani e liguri (comprendendo anche la Sampdoria) sono i principali avversari per la corsa al quarto posto, obiettivo alla portata della Roma vista oggi all’Olimpico. La squadra di Del Neri dista sei punti, finalmente il traguardo non è più un lontano miraggio. La scialuppa giallorossa può gridare “Terraaa”.



Condividi questo articolo sul tuo social network
 
 
More Info

Statistiche

Utenti : 30
Contenuti : 887
Tot. visite contenuti : 1211708

Commenti Articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information