24

Mag

2010

De Rossi - Mourinho
Scritto da Administrator   
Questo articolo e' stato letto: 520 volte
Ci sono cose che non si possono comprare. Per tutto il resto c’è Florentino Perez. Uno che, dicono in Spagna, quando vuole una cosa se la prende. Sarà pure vero, ma stavolta sta esagerando. Lui e il suo nuovo allenatore, Josè Mourinho, che del resto è abituato bene, dato che prima di Perez è passato attraverso Abramovich e Moratti. Nella lista che... il tecnico portoghese ha consegnato al suo nuovo presidente da tempo, cioè più o meno contemporaneamente a quando faceva credere agli interisti che non era vero che sarebbe andato via, c’è anche ciò che non si può comprare, cioè Daniele De Rossi.  E’ una lista che naturalmente attinge molto dal campionato italiano, infatti ci sono pure Kolarov, Milito e Maicon. E non sono i soli, perché Mourinho sa come si vince: comprando i campioni. Per questo va là dove glieli possono comprare, per questo sceglie i campioni come De Rossi, che tra l’altro è il giocatore che ha segnato il primo gol ufficiale subito dall’Inter del portoghese. Fu un gran tiro da fuori, il gol del provvisorio 1-1 nella Supercoppa 2008. E in fondo anche il gol realizzato nell’ultima giornata da De Rossi al Chievo, un altro tiro da fuori, può essere considerato l’ultimo subito dall’Inter di Mourinho. Non è solo per questo, naturalmente, che lo vuole. Ma è per altri motivi che non lo avrà. Ci sono tanti motivi per cui non si può comprare Daniele De Rossi. Il primo è che per fare in modo che qualcuno compri, deve esserci anche qualcuno che vende. E Rosella Sensi è stata sufficientemente chiara: «Non è in vendita, la domanda mi offende, non fatemela più». Il secondo è che per far arrivare qualcuno, deve esserci qualcuno che vuole partire e non è il caso di Daniele De Rossi, che di offerte ne riceve ad ogni sessione di mercato. La risposta è sempre la stessa. No grazie, io sono della Roma. Una volta l’ha pure spiegato, dal ritiro della Nazionale, durante gli Europei del 2008: «Il mio amore per la Roma nasce prima di aver cominciato a giocare in questa squadra, e lontano da lei non mi ci vedo. Non sarei altrettanto felice a giocare con un’altra squadra, che la Roma compri o non compri nuovi campioni. Io gioco per la Roma, non per la società. Non sapete Roma che significa. La Roma è un orgoglio». Vallo a spiegare a Josè Mourinho, uno che al massimo potrà essere solo la bandiera di se stesso e che certi concetti non li capirà mai. Il suo comportamento, d’altronde, parla per lui. Anzi, molto probabilmente, vista la tempistica, nel momento in cui finiva di completare la lista per Florentino Perez scriveva, magari con la stessa penna e sull’altro lato del foglio, il comunicato stampa con cui annunciava di non star trattando con nessun altro club (e magari molti interisti ci credevano pure). Ancora ieri, facevano quasi tenerezza, alcuni tifosi nerazzurri intervistati in tv dicevano: «Non se ne deve andare, non se ne deve andare». Beata ingenuità. In Spagna, intanto, non si fa altro che parlare della sua lista, dove l’alternativa a De Rossi è Gerrard secondo Marca, che mette Capitan Futuro in prima pagina, o dove, secondo As, il Real è pronto ad offrire 50 milioni oppure 30 milioni più Benzema. Finirà come è già finita una volta, tra il Real Madrid e la Roma. Non è sempre vero, infatti, che Florentino Perez quando vuole una cosa se la prende. Non sempre, infatti, è stato così. Fu qualche anno fa, con Francesco Totti, che si ritrovò in mano un contratto a cifre galattiche che aspettava solo la sua firma. No grazie, io sono della Roma. Almeno quanto Daniele De Rossi, che da tempo è avviato a diventare tutto ciò che per la Roma è stato Francesco Totti e che adesso, in attesa di diventare Capitano, ha ricalcato un’altra delle orme lasciate dal numero 10 sulla strada che entrambi hanno scelto. La più difficile, la più romantica. Per tutto il resto ci sarà pure Florentino Perez. Ma ci sono cose che non si possono comprare e lui le ha incontrate tutte e due. Una è Francesco Totti, un’altra è Daniele De Rossi


Condividi questo articolo sul tuo social network
 
 
More Info

Statistiche

Utenti : 30
Contenuti : 887
Tot. visite contenuti : 1201437

Commenti Articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information