24

Giu

2013

Trastevere abbassa le serrande: stop abusivi
Scritto da Administrator   
Questo articolo e' stato letto: 431 volte
Abitanti e negozianti di Trastevere uniti nella protesta: stamattina per la prima volta le serrande di 40 attività  artigianato di vetro, cuoio, legno, abbigliamento giovanile e oggettistica  resteranno abbassate per chiedere al sindaco Marino di intervenire contro l’abusivismo del quartiere.

«Nei giorni scorsi  spiega Dina Nascetti, portavoce del Comitato Vivere Trastevere  abbiamo mandato una lettera protocollata in Campidoglio per raccontare dettagliatamente in caso ambulanti». Alla protesta di oggi non parteciperanno le attività di ristorazione che pure hanno sottoscritto il documento dei giorni scorsi con 151 firme per lanciare un grido d’allarme di tutte le realtà del quartiere contro l’abusivismo, piaga numero uno per chi vive e lavora a Trastevere. «Gli esercenti e i negozianti  prosegue Nascetti  pagano affitti importanti e tasse ma si ritrovano, come noi, le strade invase da ambulanti dal mattino fino alle 2 di notte. E anche i ristoratori hanno grossi problemi perché le vie qui sono strette». L’elenco delle strade che oggi aderiranno all’inedita protesta è lungo e comprende via della Lungaretta, piazza Santa Maria in Trastevere, vicolo del Cinque, piazza Trilussa, piazza della Malva: luoghi dove, come dice Nascetti, «i vigili vengono soltanto se urliamo». Intanto però qualcosa si muove già: «Gli itineranti che vendono bigiotteria  conclude la portavoce   si sono divisi in cinque
società e hanno perso i ricorsi al Tar contro l’ordinanza di Alemanno che, su nostra pressione, vietava loro di stare nel nostro municipio. Due delle società hanno già perso anche il ricorso al Consiglio di Stato».


Condividi questo articolo sul tuo social network
 
 
More Info

Statistiche

Utenti : 30
Contenuti : 887
Tot. visite contenuti : 1220347

Commenti Articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information