13

Nov

2014

Legge di attrazione: TERZA FASE
Questo articolo e' stato letto: 407 volte
Può essere che abbiamo scoperto di avere un lato artistico nascosto; magari fin ora abbiamo svolto un lavoro tecnico che pensavamo ci piacesse e, invece, analizzandoci bene, abbiamo finito per capire che è proprio questo lavoro che ci rende insoddisfatti. Forse è proprio quella casa in città che ci rende così stressati: pensavamo di amare la frenesia della grande metropoli, ma solo quando andiamo a trovare i nonni in campagna, ci rilassiamo veramente. Pensavamo di volerci divertire a tutti i costi ogni sabato sera, invece quello che ci soddisfa maggiormente è restare a casa cucinando per gli amici. Spesso le cose che facciamo, ci sono state imposte (involontariamente da altri) e noi (sempre involontariamente) le abbiamo fatte diventare parte integrante della nostra vita.
Ci facciamo “vivere” dalla vita invece che viverla.
Tutto comunque è risolvibile, tutto è modificabile, anche situazioni o problemi che ci sembrano impossibili da affrontare.
Ora sappiamo veramente quali sono i nostri desideri.
A questo punto scriviamo un elenco di tutte le cose che ci piacciono in base ad una priorità. Iniziamo da quelle meno importanti e semplici da raggiungere, fino ad arrivare a quelle che porteranno dei cambiamenti più radicali, quelle cose che senz’altro non potremmo raggiungere immediatamente, perché ancora troppo lontane dal nostro momentaneo stile di vita.
Molti di noi avranno tantissimi desideri, altri meno. A tutti un consiglio: dobbiamo decidere quali vogliamo raggiungere entro l’anno. Prendiamo un foglio e in alto scriviamo l’anno corrispondente a quello in corso. Di seguito, in ordine di minor interesse, segniamo i desideri che vogliamo raggiungere.
Da quel momento, mettiamo il foglio in qualche libro o in un luogo nascosto e giorno per giorno cerchiamo di visualizzare il nostro PRIMO desiderio.
Immergiamoci sempre in questo meraviglioso film da vivere, sentire, e percepire. Lo possiamo fare più volte in una giornata; chi è allenato e riesce può farlo anche durante la guida della propria vettura. Il consiglio però, è quello di non farsi distrarre. Bastano anche pochi minuti, anzi non è consigliabile che questo nostro laboratorio duri molto, perché potrebbero arrivare pensieri fuorvianti, o, peggio, potremmo essere assaliti da dubbi. Due o più volte nella giornata, concentriamoci su questo nostro desiderio: creiamo questa realtà che poi in seguito diventerà la nostra. Appena il nostro subconscio la riconoscerà come tale, ecco immediatamente apparirà l’evento o la casa che tanto aspettavamo.
E così via, via, vedremo i nostri desideri realizzarsi uno dopo l’altro. Il miracolo è compiuto!
Naturalmente, la fede è necessaria come l’aria che respiriamo; non dobbiamo farci assalire dai dubbi: crediamoci e basta! La realtà, creata da noi in quel momento, ci dovrà sembrare talmente vera, da farci venire i “brividi” per l’emozione.


Condividi questo articolo sul tuo social network
 
 
More Info

Statistiche

Utenti : 30
Contenuti : 887
Tot. visite contenuti : 1226673

Commenti Articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information