Cronaca
TUMORE: Scoperta la pianta che lo uccide se combinata col ferro.
Scritto da Administrator   
Giovedì 07 Agosto 2014 10:00

L’esperienza: “Io guarito in 48 ore

Esisterebbe un’erba il cui principio attivo combinato con il ferro sarebbe in grado di uccidere il tumore in sole 16 ore. Il nome di questa pianta è Artemisia annua.

Come già sappiamo,il cancro è la malattia più letale esistente. Gli scienziati cercano costantemente di trovare una cura e, infine, porre fine al cancro. Questa erba ,l’ Artemisia annua, potrebbe uccidere fino al 98% delle cellule tumorali in appena 16 ore. Secondo le ricerche pubblicate in “Life Science”, l’artemisinina, derivata dall’Artemisia annua, è stata utilizzata nella medicina cinese e può uccidere il 98% di cellule del cancro del polmone in meno di 16 ore.
 In realtà l’erba in questione da sola sconfigge il 28% delle cellule cancerogene,è la sua combinazione con il ferro che porta alla totale distruzione del tumore.

Ultimo aggiornamento Giovedì 07 Agosto 2014 10:02
Leggi tutto...
 
Arsenico nell’acqua
Scritto da Administrator   
Martedì 15 Luglio 2014 14:18

Quello dell’Arsenico nelle acque potabili italiane è stato un tema molto caldo, a causa anche degli sforamenti dei limiti in molte città italiane. L’Unione Europea ha imposto un limite di 10 microgrammi per litro (valido sia per le acque minerali che per quelle destinate al consumo umano) sotto il quale l’acqua può considerarsi sicura sia per adulti che per neonati. L’Arsenico è classificato dall’Agenzia Internazionale di Ricerca sul Cancro come elemento cancerogeno certo di classe 1, e posto in diretta correlazione con molte patologie oncologiche, e in particolare con il tumore del polmone, della vescica, del rene e della cute. L’assunzione cronica di arsenico, soprattutto attraverso acqua contaminata, è indicata, da una rilevante documentazione scientifica, anche quale responsabile di patologie cardiovascolari, neurologiche, diabete, lesioni cutanee, disturbi respiratori, disturbi della sfera riproduttiva e malattie ematologiche.

Una indagine realizzata nell’ambito del progetto Atlante Europeo dell’EuroGeoSurveys Geochemistry Expert Group  ha permesso di conoscere tutti i dati relativi alla composizione delle acque minerali europee. Nel caso di quelle italiane è stato quindi possibile conoscere tra gli altri, anche il valore per litro del tanto discusso Arsenico. Dopo il nostro ‘Speciale‘ dedicato alle acque minerali naturali con il minor residuo fisso, ecco l’elenco delle principali acque minerali e loro contenuto in Arsenico (ricordando che per tutte le acque minerali italiane prese in esame, in nessuna è stato riscontrato un valore superiore ai 10 microgrammi per litro).

Leggi tutto...
 
9 Farmaci ritirati dal commercio
Scritto da Administrator   
Martedì 17 Giugno 2014 09:27

Stop a nove farmaci Geymonat per «difetto di qualità». L’Agenzia italiana ha vietato i farmaci in via cautelativa perchè nei medicinali era presente meno principio attivo di quello dichiarato. E’ la medesima azienda che aveva visto il “sequestro” delle supposte prodotte per i neonati perchè ritenute non sicure. Ieri, dopo il comunicato dell’Aifa datato 5 settembre 2013, è stato lanciato un nuovo monito per chi ancora avesse in casa questi 9 farmarci e li stesse utilizzando, visto che non tutte le persone, soprattutto quelle anziane, fruiscono delle comunicazioni dei mass media.

Questo è il comunicato che l’Aifa aveva diramato a settembre: “Si tratta di un provvedimento cautelativo, emanato dall’Aifa in attesa dei risultati delle verifiche straordinarie in corso, (verifiche straordinarie che in via precauzionale sono state disposte per tutte le confezioni in commercio prodotte dell’azienda, per un valore stimato di diversi milioni di euro), adottato a seguito di costanti azioni di monitoraggio mirate a ridurre ogni rischio, anche solo ipotetico, per la salute dei pazienti, legate nello specifico alla possibile presenza di un quantitativo di principio attivo inferiore a quello approvato e indicato in etichetta.

Leggi tutto...
 
I dieci alimenti più velenosi che ci siamo portati a casa
Scritto da Administrator   
Martedì 10 Giugno 2014 15:13

 

peperoncino vietnamita è molto più che piccante, contiene veleno. E anche se non è certo questa la sua maggiore attrattiva, l'Italia, nel corso del 2013, ne ha importato e consumato ben 273.800 chili, preferendolo al peperoncino nostrano nella preparazione industriale di sughi, condimenti e piatti pronti oppure in oli aromatizzati. Il tutto ovviamente in barba all'alta qualità dello stesso prodotto messo a disposizione dai nostri coltivatori.

Il peperoncino però non è il solo alimento di importazione in cui è stata rilevata un'elevata presenza di sostanze nocive (difenoconazolo, hexaconazolo e carbendazim): gli fanno buona compagnia altri 9 prodotti risultati positivi alla ricerca di residui chimici effettuata dall'Efsa (Agenzia europea per la sicurezza alimentare) e presentata a Napoli dalla Coldiretti. E se il peperoncino fa la parte del leone con livelli di sostanze allarmanti nel 61% dei campioni controllati, a preoccupare la Coldiretti, è soprattutto l'arrivo in Italia di 1,6 milioni di chili di lenticchie turche risultate contaminate in un caso su quattro (24,3 %).

Leggi tutto...
 
A te che sei....
Scritto da Administrator   
Martedì 13 Maggio 2014 17:32

LETTERA DI UN ( ANZIANO) PADRE AL FIGLIO... :

Se un giorno mi vedrai vecchio: se mi sporco quando mangio e non riesco a vestirmi... abbi pazienza, ricorda il tempo che ho trascorso ad insegnartelo. Se quando parlo con te ripeto sempre le stesse cose, non mi interrompere... ascoltami, quando eri piccolo dovevo raccontarti ogni sera la stessa storia finché non ti addormentavi. Quando non voglio lavarmi non biasimarmi e non farmi vergognare... ricordati quando dovevo correrti dietro inventando delle scuse perché non volevi fare il bagno. Quando vedi la mia ignoranza per le nuove tecnologie, dammi il tempo necessario e non guardarmi con quel sorrisetto ironico ho avuto tutta la pazienza per insegnarti l'abc; quando ad un certo punto non riesco a ricordare o perdo il filo del discorso... dammi il tempo necessario per ricordare e se non ci riesco non ti innervosire: la cosa più importante non è quello che dico ma il mio bisogno di essere con te ed averti li che mi ascolti. Quando le mie gambe stanche non mi consentono di tenere il tuo passo non trattarmi come fossi un peso, vieni verso di me con le tue mani forti nello stesso modo con cui io l'ho fatto con te quando muovevi i tuoi primi passi. Quando dico che vorrei essere morto... non arrabbiarti, un giorno comprenderai che cosa mi spinge a dirlo. Cerca di capire che alla mia età non si vive, si sopravvive. Un giorno scoprirai che nonostante i miei errori ho sempre voluto il meglio per te che ho tentato di spianarti la strada. Dammi un po' del tuo tempo, dammi un po' della tua pazienza, dammi una spalla su cui poggiare la testa allo stesso modo in cui io l'ho fatto per te. Aiutami a camminare, aiutami a finire i miei giorni con amore e pazienza in cambio io ti darò un sorriso e l'immenso amore che ho sempre avuto per te. Ti amo Lollo

 
DISOSTRUZIONE PEDIATRICA
Scritto da Administrator   
Martedì 18 Marzo 2014 14:17

Il video non vuole essere un sostituto del corso, ma solo una informativa perchè "peggio di non fare, è il non sapere".

MAGGIORI INFORMAZIONI

Il Comitato Locale C.R.I. di Roma organizza con cadenza mensile, un corso dedicato alle mamme, alle maestre, assistenti sociali ed a tutte le persone che lavorano con i bambini, per imparare a disostruire, in caso di necessità, grazie alle manovre salvavita che la C.R.I. sta diffondendo in modo capillare per ridurre l'incredibile numero di incidenti mortali da soffocamento per il "non sapere".

 

Sono poche le persone a conoscenza del fatto che in Italia perde la vita un bambino a settimana per ostruzione da corpo estraneo delle vie aeree.

Ultimo aggiornamento Martedì 18 Marzo 2014 14:26
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 35
More Info

Statistiche

Utenti : 30
Contenuti : 887
Tot. visite contenuti : 1219524

Commenti Articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information