Cronaca
Antidepressivi nei bambini e negli adolescenti
Scritto da Administrator   
Mercoledì 11 Luglio 2012 14:08
Cosa sta succedendo agli adolescenti di oggi? Sembrano tutti più tristi, già stressati e disillusi e soprattutto fanno un uso sconsiderato di psicofarmaci. Quest’ultimo dato arriva dall’indagine ESPAD che sta per European School Project on Alcohol and Other Drugs.

Si tratta di una ricerca condotta sull’uso di sostanze stupefacenti tra i ragazzi di 15-16 anni e che colloca l’Italia al quarto posto tra i 35 Paesi europei per consumo di tranquillanti e sedativi senza avere una prescrizione medica. Lo studio è stato condotto in Italia dai ricercatori dell’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (IFC-CNR) di Pisa, su un campione di circa 10 mila studenti.

In base ai dati emersi, i Paesi che utilizzano psicofarmaci con più frequenza sono Polonia, Lituania, Francia e Principato di Monaco dove circa il 15% degli studenti ha dichiarato di assumere queste sostanze. Più virtuosi gli adolescenti di Armenia, Austria, Russia e Regno Unito dove i consumi di stupefacenti e psicofarmaci si attestano tra lo 0 e il 2%.

Altro dato curioso riguarda il sesso di questi “baby consumatori”: nella maggior parte dei casi, si tratta soprattutto di ragazze. Negli otto paesi primi per consumo, infatti, in media il numero di ragazze che dichiara di assumere queste sostanze senza prescrizione medica è superiore a quello dei maschi (8% vs. 5%). In Italia la percentuale femminile è addirittura doppia rispetto a quella maschile (13% vs. 7%). Tra l’altro, il consumo di psicofarmaci si accompagna sempre più spesso a quello di alcol che viene assunto a gò-gò per aumentarne l’effetto.

 
L'estate più calda da 50 anni
Scritto da Administrator   
Martedì 10 Luglio 2012 14:05
CALDO E AFA non danno tregua. E tutta l'Italia boccheggia a causa dei tre anticicloni africani che nell'ultimo mese hanno regalato temeperature roventi su tutta la penisola. A guardare le stime dei metereologi, Scipione, Caronte e Minosse infatti hanno portato il caldo più intenso dell'ultimo mezzo secolo superando alcuni dei record che erano stati fissati nel 2003. L'indagine del portale ilmeteo.it, infatti, segnala come nelle ultime settimane Bologna ha registrato una media di 32.6 gradi contro i 30,6 dello stesso periodo del 2003, mentre Roma con 34,5 gradi, è stata la più calda di sempre, ben 3 gradi oltre i 31.5 del 2003. Napoli con 32 gradi ha superato di due i 30 gradi rilevati nel periodo corrispondente del 2003 e Bari, con 33,5 gradi, ha battuto i 31,5 del 2003. Quasi tuttte le città del centrosud rispecchiano questo trend, che vede ovunque temperature di ben 6 gradi oltre le medie trentennali.
Leggi tutto...
 
Batteri modificati producono benzina
Scritto da Administrator   
Venerdì 13 Aprile 2012 13:17

In tempi di crisi e di benzina sopra gli 1,9 euro al litro in Italia, arriva una notizia dall’Università della California che potrebbe aprire nuovi scenari. I ricercatori hanno scoperto un modo per trasformare l'anidride carbonica in benzina tramite batteri e un po' di elettricità.

I batteri scelti sono del genere Ralstonia eutropha, già conosciuti per la loro capacità di utilizzare idrogeno e sostanze organiche come fonte di energia. I ricercatori li hanno modificati geneticamente, facendo in modo che i sottoprodotti del loro metabolismo siano isobutanolo e metil butanolo, due alcol complessi che possono essere usati nei motori a scoppio come carburante. Una volta messi in una soluzione con CO2 e elettricità, i microrganismi si sono dimostrati in grado di trasformare l'anidride carbonica in quantità elevate di questi prodotti:  "Il sistema è stato studiato per essere accoppiato alle fonti di energia rinnovabili, eolico e fotovoltaico, che nei momenti di picco hanno una produzione maggiore rispetto al fabbisogno - spiegano gli autori - L'energia in eccesso può essere quindi conservata sotto forma di questi carburanti".

 
Cambio Faccia
Scritto da Administrator   
Giovedì 29 Marzo 2012 12:47
Quello che nel 1997, anno di uscita del film Face off con Nicholas Cage e John Travolta, sembrava un risultato fantascientifico ormai si può quasi considerare realtà. L'operazione è stata fatta su Richard Lee Norris, un uomo di 37 anni che nel 1997 aveva perso metà del volto in un incidente con una pistola.
Per la ricostruzione con il volto preso da un donatore sono state necessarie 36 ore di lavoro e 150 fra medici e infermieri. Il trapianto di volto ha fatto dai suoi esordi nel 2005 passi da gigante, e l'ultima ricostruzione, effettuata dai chirurghi dell'università del Maryland, oltre a restituire al paziente un aspetto quasi del tutto normale, nella speranza dei medici potrebbe aver ripristinato anche tutte le normali funzioni.
Leggi tutto...
 
Windows 8
Scritto da Administrator   
Mercoledì 28 Marzo 2012 12:44
Questa versione di Windows è stata costruita sulle solide basi di Windows 7, un sistema operativo particolarmente veloce e affidabile. Ha un’interfaccia touch tutta nuova. È un nuovo Windows, aperto a nuovi dispositivi. E tu hai l'opportunità di essere tra i primi a provarlo.

SCARICA ORA
Ultimo aggiornamento Mercoledì 28 Marzo 2012 12:47
 
La svizzera rifiuta i soldi di fede
Scritto da Administrator   
Martedì 27 Marzo 2012 09:12
E' arrivato con una valigetta piena di denaro. Esattamente due milioni e mezzo di euro. Ma un istituto di credito di Lugano ha deciso di rifiutare il deposito del direttore del Tg4. "Mi dispiace, ma non possiamo prenderli. La loro provenienza è sospetta", hanno detto a Fede i funzionari. Possono aver inciso gli altri problemi con la magistratura. La Guardia di Finanza indaga per capire se si tratta di una cifra dichiarata al fisco oppure no. Accertamenti sull'uomo che era quel giorno nell'auto insieme al giornalista.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 35
More Info

Statistiche

Utenti : 30
Contenuti : 886
Tot. visite contenuti : 1187433

Commenti Articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information