Cronaca
Vaccini, Codacons denuncia ministro Lorenzin e l'Aifa
Scritto da Administrator   
Giovedì 01 Giugno 2017 16:17

Il Codacons ha denunciato il ministro della Salute Lorenzin e l'Agenzia per il farmaco per abuso d'ufficio, omesso controllo e favoreggiamento delle case farmaceutiche interessate alla somministrazione dei vaccini, in relazione alla morte di cinque neonati. L'associazione contesta a Lorenzin di non aver informato in Cdm gli altri ministri al momento dell'approvazione del dl sui vaccini "di un documento dell'Aifa sulle reazioni avverse".
Immediata la reazione dell'Aifa: "Le affermazioni del presidente del Codacons Carlo Rienzi diffondono dubbi e incertezze che non trovano fondamento nella scienza, e l'attività di farmacovigilanza, e nello specifico di vaccinovigilanza, svolta dall'Agenzia conferma la verità scientifica attraverso un'attività quotidiana di monitoraggio".

L'Aifa quindi ha dato mandato ai propri legali "di difendere contro il Codancons, in ogni forma e in ogni sede, la verità scientifica, la realtà dei dati, la qualità dell'operato del lavoro svolto dall'Agenzia che ha nella tutela della salute dei cittadini il suo unico scopo e obiettivo".
Il documento a cui ha fatto riferimento il Codacons nel corso di una conferenza stampa, è stato chiesto all'Agenzia del farmaco dal Pm di Torino nell'ambito di un'inchiesta avviata in seguito ad una denuncia della stessa associazione dei consumatori. Nel documento vengono riportati alcuni casi di reazioni avverse e decesso di 5 bambini in Italia avvenuti tra il 2014 e il 2016 e nelle sue conclusione l'Aifa scrive: 'non esiste alcuna relazione causale tra l'esposizione ai vaccini e la sindrome dei morte improvvisa del lattante (Sids) e l'incidenza di quest'ultima è la stessa sia in presenza che in assenza di vaccinazione. Il fatto che una Sids si possa verificare a breve distanza dalla vaccinazione non implica quindi alcun rapporto di causa-effetto".

In una nota l'Aifa ha ribadito che "in Italia, ogni anno, i vaccini salvano milioni di vite. I vaccini hanno debellato malattie mortali, sono farmaci efficaci e sicuri che tutelano la salute".

notizia ripresa da Salute e Benessere

 
SVOLTA TUMORE, il Nobel per la medicina: “Ho scoperto di cosa si nutre
Scritto da Administrator   
Giovedì 30 Marzo 2017 18:46

Diversi studi scientifici, insieme alla comprensione del meccanismo di funzionamento dello sviluppo delle cellule tumorali, mostrano come cibi ad alto indice glicemico siano il nutrimento migliore per il cancro

I medici ormai non hanno più scuse: devo informarsi ed aggiornarsi agli studi scientifici degli ultimi anni che mostrano una connessione chiara e netta tra alimentazione e cancro. Come afferma lo stesso Franco Berrino, Direttore del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto per lo Studio e la Cura dei Tumori, “ai nostri pazienti negli ospedali diamo il peggio del peggio”.

Abbassare la glicemia nei pasti “fa morire di fame” il cancro

Le cellule tumorali metabolizzano il glucosio a ritmi elevati ed hanno una maggiore sensibilità alla riduzione del glucosio. Tuttavia, i meccanismi molecolari precisi che portano a diverse risposte a glucosio restrizione tra cellule normali e tumorali cominciano ad essere pienamente compresi solo da poco tempo.

In realtà già il premio Nobel per la medicina, il tedesco Otto Warburg, Ph.D.,ha scoperto che le cellule tumorali hanno un metabolismo energetico fondamentalmente diverso rispetto alle cellule sane. Il punto cruciale della sua scoperta era che i tumori maligni spesso mostrano un aumento della glicolisi anaerobica – un processo in cui viene utilizzato il glucosio come combustibile dalle cellule tumorali con l’acido lattico come sottoprodotto anaerobico – rispetto ai tessuti normali. Le cellule sane hanno un assoluto bisogno di ossigeno mentre le cellule tumorali possono vivere perfettamente senza grazie al solo glucosio. La grande quantità di acido lattico prodotto da questa fermentazione del glucosio da cellule tumorali viene quindi trasportato al fegato. Questa conversione del glucosio a lattato genera un, pH più basso, più acido nei tessuti cancerosi così da causare affaticamento fisico generale da acido lattico. Proprio per questo in campo medico si parla sempre di più di alcalinizzazione dei tessuti e dieta alcalina.

Nel 2010 i ricercatori del Center for Aging e del Comprehensive Cancer Centerdell’Università dell’Alabama hanno pubblicato uno studio scientifico su FASEBJournal in cui hanno analizzato la risposta al glucosio di cellule polmonari umane normali e precancerose (ovvero in uno stadio che precede di poco la trasformazione tumorale vera e propria). Entrambi i tipi cellulari sono stati fatti crescere in vari terreni di coltura, ricevendo quantità di glucosio normali o ridotte nel corso di alcune settimane per vedere come e quanto si moltiplicavano e per registrarne la sopravvivenza. I risultati parlano chiaro: se lo zucchero a disposizione scarseggiava, le cellule normali vivevano più a lungo, quelle pre-tumorali morivano. Inoltre valutando l’espressione e l’attività di alcuni geni i ricercatori hanno visto che la dieta a basso contenuto di glucosio stimolava un aumento dei livelli di telomerasi, l’enzima che «mantiene giovani» e ostacolava un gene che ne riduce l’attività. Infatti i telomeri sono le strutture terminali dei cromosomi che si accorciano man mano che si invecchia).

Nel 2012 gli scienziati dell’Università Rey Juan Carlos di Madrid hanno scoperto un altro meccanismo chiave che collega il cancro agli alti livelli di zucchero. Lo studio pubblicato sulla rivista Cell dimostra che elevate quantità di glucosio nel sangue, come quando consumiamo un pasto ricco di zuccheri e farine, stimolano una proteina chiamata β-catenina che era già nota essere un fattore importante nello sviluppo di molti tumori specialmente nei primi stadi della progressione del cancro. Lo studio ha quindi dimostrato che un alto livello di zucchero induce un accumulo nucleare di β-catenina che porta alla proliferazione del cancro.

Lo zucchero crea le cellule tumorali

Ma non finisce qui. Nel 2014 i ricercatori della University of California hanno pubblicato uno studio straordinario sul Journal of Clinical Investigation. Gli autori affermano: “Vi è una notevole rinascita di interesse per il ruolo della glicolisi nel cancro. Tuttavia, l’aumento della glicolisi è visto spesso come conseguenza di eventi oncogenici che guidano la crescita delle cellule maligne e la loro sopravvivenza. Qui forniamo la prova che l’aumento di attivazione della sola glicolisi può essere un evento oncogenico in un modello di coltura 3D fisiologicamente rilevanti.” Essi dimostrano infatti che l’aumento del glucosio nel corpo porta alle prime fasi di creazione delle cellule tumorali, mentre la cessazione di assunzione del glucosio inverte le cellule cancerogene in cellule normali.

In sintesi: I cibi ad alto indice glicemico sono cancerogeni e alimentano le cellule tumorali già esistenti.

Come impedire eccessive quantità di glucosio nel sangue

Il glucosio è un nutrimento per tutte le cellule sane, tuttavia come ogni cosa, quando è in eccesso crea danni. Questa problematica è molto grave negli ultimi anni a causa del cambiamento repentino di alimentazione che in sole due generazione è avvenuto negli esseri umani. La raffinazione di farine e cereali insieme alla commercializzazione su larga scala di zucchero, miele e dolcificanti vari, ha portato al consumo di cibi ad alto indice glicemico.

L’indice glicemico è una misura di quanto un determinato alimento influisce sulla glicemia. Cibi ad alto indice glicemico innalzano molto e velocemente la glicemia e questi cibi sono: tutti gli zuccheri (raffinato, grezzo, canna), miele, dolcificanti, farine bianche, riso bianco, pasta, pane, pizza.

I cibi ad alto indice glicemico entrano nel flusso sanguigno molto rapidamente ed è il modo più efficace per alimentare le cellule tumorali esattamente ciò di cui hanno bisogno per sopravvivere. Così, ogni volta che una persona con il cancro o con cellule pre-cancerose mangia questi cibi in qualsiasi forma (zucchero da tavola bianco, dolci, biscotti, caramelle, o di alimenti trasformati con aggiunta di zucchero), è come se sta gettando benzina sul fuoco!.

Quindi le terapie per il cancro dovrebbero comprendere la regolazione dei livelli di glucosio nel sangue attraverso la dieta. E’ importante accompagnare ogni pasto con una abbondante porzione di verdure crude e/o cotte che permettono di abbassare l’indice glicemico del pasto. Le verdure amidacee invece, come le patate, devono essere consumate in piccole quantità, così come la frutta dolce (banane, cachi, ecc..) che ha un elevato contenuto di fruttosio. Consumare pesce, carne bianca, uova biologiche e grassi sani che non hanno alcun impatto negativo sulla glicemia e anzi svolgono la funzione di stimolare una dieta chetogenica ad alto valore terapeutico (se consumati senza carboidrati).

Consiglio. Proprio qualche giorno fa abbiamo spiegato come l’aceto di mele permetta di abbassare la glicemia, oltre a migliorare la digestione, il metabolismo e il sonno.

Come fare: bevi un bicchiere d’acqua a cui aggiungi un cucchiaio di aceto di mele 10 minuti prima dei pasti principali.

 
Fumare in auto? Da settembre (forse) si rischia la multa
Scritto da Administrator   
Mercoledì 22 Luglio 2015 11:26

Torna d'attualità con una bozza di decreto del Ministero della Salute il divieto di fumo in auto in presenza di bambini e donne in gravidanza. Sarà la volta buona? Non è certo la prima volta che se ne discute...

 

Stop al fumo mentre si guida se in auto ci sono bambini o donne in gravidanza: lo prevede la bozza del decreto legislativo del Ministero della Salute che recepisce la direttiva UE sul tabacco che dovrebbe approdare in Consiglio dei Ministri entro metà settembre e che tra le tante novità sul fronte della lotta al tabagismo propone anche una stretta sulla pubblicità delle sigarette, avvertenze choc sui pacchetti e e il divieto di vendere pacchetti da dieci sigarette, meno costosi e dunque preferiti dai più giovani.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Luglio 2015 11:27
Leggi tutto...
 
Iva su bollette
Scritto da Administrator   
Martedì 21 Luglio 2015 11:43

Un giudice di pace di Venezia ha sancito che la "doppia imposta" è illegittima. L'azienda dovrà restituire quanto versato in più dal cliente, rivalendosi poi nei confronti dello Stato. Federconsumatori studia già un maxi ricorso sulla base di questo precedente, con il rischio però che si apra un buco da 2 miliardi nelle casse dell'erario.

La tenacia di una singola persona può ottenere risultati inaspettati per molti. E’ il caso di un consumatore veneziano che ha fatto ricorso contro Enel per contestare la famigerata “tassa sulla tassa”, ossia la quota di Iva sulla bolletta di gas ed elettricità calcolata anche sulle accise. E ha vinto: un giudice di pace di Venezia ha stabilito, con un decreto ingiuntivo, che l’odiosa doppia imposta è illegittima e quanto versato in più va restituito. Così Enel dovrà rimborsare al cliente 103,78 euro, più interessi e spese. Successivamente lo Stato, trattandosi di una tassa che finisce nelle casse dell’erario, li restituirà alla società dopo la nota di variazione annuale sull’Iva. Le fatture contestate sono otto per la fornitura di gas e 12 per l’elettricità.

Leggi tutto...
 
L'Italia segua la Francia: lo spreco del cibo diventi reato
Scritto da Administrator   
Giovedì 28 Maggio 2015 18:52

Stop agli sprechi di cibo. I supermercati smettano di gettare nella spazzatura l'invenduto ancora utilizzabile a fine giornata. A chiederlo, sul quotidiano La Repubblica, all'indomani dell'approvazione in Francia di una legge istitutiva del reato di spreco alimentare, Carlo Petrini, fondatore di Slow Food.

L'iniziativa è interessante per molti motivi, ma soprattutto perché finalmente offre una risposta istituzionale a un problema vergognoso che molto fa parlare ma che fino a ieri non sembrava avere la forza di muovere interventi di carattere politico e normativo diretto.

Ultimo aggiornamento Giovedì 28 Maggio 2015 18:54
Leggi tutto...
 
SCUOLE MATERNE VII MUNICIPIO
Scritto da Administrator   
Martedì 13 Gennaio 2015 11:09

A chi dovesse servire queste sono le info delle scuole materne della VII circoscrizione:

Scuole Comunali dell'Infanzia

01 -
"Don Michele Rua" Via Giuseppe Belloni, 30 Tel. e Fax  06.71587015
02
- "Aldo Fabrizi" Via Valerio Publicola, 165                              Tel. 06.7615382
03 - "Damiano Chiesa" Via Egerio Levio, 2                              Tel.e Fax  06.76963218
04 - "Fontanile Anagnino" Via Fontanile Anagnino, 123  Tel. 06.7900190 Fax 06.79896245
05 - "Niobe" Via Niobe, 50                                                          Tel. 06.79810127 - Fax 06.79896441
06
- "Centroni" Via del Fosso di S.Andrea, 67                                  Tel. 06.79847260 - Fax 06.79896280
07 - "Salvo D'Acquisto"Via Selinunte, 3                                            Tel. 06.76963193 Fax 06.76986518
08
- "Pulce d'Acqua ex Don Filippo Rinaldi" Via Lemonia, 220  Tel. 06.71585300 - Fax 06.71076434
09
- "Pollicino Verde ex Appia Pignatelli" Via S. Tarcisio, 123     Tel. e Fax 06.7182624
10
- "Gregna S.Andrea"Via Alessandro della Seta, 8                      Tel. 06.72671435  - Fax 06.72678560
11
- "Carlo Fadda"Via Carlo Fadda, 124/126                                    Tel. e Fax 06.7221436
12
- "Piscine Di Torrespaccata"Via Marco Dino Rossi, 38              Tel. 06.7210525 - Fax 06.72970651
13 - "G. Puccini"V.le dei Consoli, 16                                            Tel. e Fax  06.7141484
14
- "Ponte Linari" Via del Muro Linari, 1                                         Tel.  06.72671468 - Fax 06.72678567
15
- "A. Fazio"Via Tuscolana, 1111                                     Tel./Fax  06.7222445
16
- "V. Bachelet" Via Edoardo Martini, 8                                       Tel. 06.7210245 - Fax  06.72970385
17
"P. Marchisio"Via Pietro Marchisio, 188                                   Tel. 06.7216317 - Fax  06.72970434
18
- "C. Vecchi"Via Cisberto Vecchi, 21                               Tel. 06.7223513 - Fax 06.72960298

Ultimo aggiornamento Martedì 13 Gennaio 2015 11:09
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 35
More Info

Statistiche

Utenti : 29
Contenuti : 885
Tot. visite contenuti : 1098166

Commenti Articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information