AS Roma
Livorno corsaro: per la Roma e' notte fonda
Scritto da Administrator   
Domenica 25 Ottobre 2009 23:36

Una sconfitta senza appello. La Roma di Ranieri segna clamorosamente il passo contro il Livorno del nuovo tecnico Serse Cosmi, che festeggia l''esordio sulla panchina dei labronici con un successo contro la squadra di cui e'' dichiaratamente tifoso. A completare la giornata nerissima dei capitolini, il gol del decisivo 1-0 realizzato da un ex mai troppo rimpianto come Ciccio Tavano.

La Roma, priva di Totti e Pizarro, ha messo in mostra limiti imbarazzanti di gioco e di organico; Guberti e Pit, entrati a partita in corso al posto di Menez e Taddei, sono alternative proprie di una media squadra di serie B. L''attesissimo Vucinic ha fatto scempio di palle gol che un onesto mestierante avrebbe timbrato in gol senza colpo ferire. Ma questo passa il convento giallorosso, cosi'' povero in canna da non potersi permettere neanche il prestito di una prima punta di ruolo qualsiasi. Piu'' che di Montali, professionista affidabile ma inutile in una societa'' che nuota nei debiti, alla disastrata Rometta servirebbe come il pane una potente e significativa iniezione di capitali freschi.

 
Europa League - Andreolli all'ultimo respiro: 1-1 a Londra
Scritto da Administrator   
Giovedì 22 Ottobre 2009 23:17

La Roma strappa un punto prezioso sul campo del Fulham nella terza giornata del Girone E di Europa League. La squadra di Hodgson passa nel primo tempo con Hangeland ma i giallorossi, nella ripresa, prima sbagliano un rigore con Menez poi trovano il pari al 93' con il giovane difensore.

Abbiamo sbagliato il rigore, questa squadra non molla mai e questo mi fa ben sperare. Pizarro? Ha il ginocchio che fa le bizze, quindi quando posso lo risparmio. Ho chiesto alla squadra di giocare palla a terra ma non ci riuscivamo. Nella ripresa molto meglio. Menez? Positiva la sua prova, ha dato buoni palloni,

 
ROMA-NAPOLI 2-1, TOTTI SPEGNE LE ILLUSIONI DI DONADONI
Scritto da Administrator   
Domenica 04 Ottobre 2009 21:15

Una domenica da capitano vero.
Francesco Totti trascina la sua Roma alla vittoria con il Napoli, ma soprattutto, una volta di piu', dimostra di essere pronto a tutto per la sua squadra. Azzurri ko, stesi dalla doppietta del capitano giallorosso che ribalta la situazione dopo l'iniziale vantaggio di Lavezzi che aveva illuso il Napoli. Due gol che permettono a Totti di agganciare Batistuta all'8ˆ posto nella classifica dei bomber di sempre (184 gol), ma c'e' dell'altro da sottolineare nella prestazione del capitano che, subito dopo il gol del 2-1, resta circa 10 minuti a bordo campo, poi con una vistosa fasciatura al ginocchio destro rientra, stringendo i denti e zoppicando ma dando comunque il suo fondamentale contributo. Se non fosse rientrato, la Roma avrebbe giocato in 10, visto che le tre sostituzioni erano gia' state effettuate. Una vittoria in rimonta: Lavezzi illude il Napoli, poi la doppietta di Totti regala ai giallorossi tre punti fondamentali. Inizia male la domenica dei giallorossi, al 10' Ranieri perde Motta, al 22' Julio Sergio, dentro Cassetti e poi Lobont che debutta con la maglia della Roma, ma che tre minuti piu' tardi si fa trovare impreparato sulla non irresistibile girata di destro di Lavezzi che porta in vantaggio i partenopei. La Roma accusa il colpo, ma al 37' pareggia: discesa sulla sinistra di Vucinic, sul cross sporco il destro di Perrotta, ma sulla traiettoria c'e' Totti che, in qualche modo, devia e batte De Sanctis firmando l'1-1. Nella ripresa al 18' raddoppio di Totti: perfetto il diagonale destro dai 18 metri, ma con il capitano che si fa male al ginocchio, resta fuori qualche minuto e poi torna in campo. C'e' tempo per i tentativi disperati del Napoli con Hoffer (incredibile il gol sbagliato al 35') e poi Denis. Per Donadoni potrebbe essere fine avventura a Napoli

 
Stadio Franco Sensi
Scritto da Administrator   
Martedì 22 Settembre 2009 21:25

Un salto alla Regione scortata da un "tecnico" che stavolta non era Ranieri, e figurarsi Spalletti. Piuttosto un geometra. O forse un ingegnere, chissà. Perché ieri Rosella Sensi nel palazzo di via Cristoforo Colombo, lontana da occhi indiscreti, c´è andata per illustrare il progetto del nuovo stadio della Roma.
Ancora nulla di ufficiale, certo, ma planimetria alla mano donna Rosella ha fatto un passaggio riservato per sondare limiti e fattibilità - dal punto di vista urbanistico e ambientale - di quello che dovrebbe diventare il novello tempio dei giallorossi.
Uno stadio da 60mila posti a sedere in zona Boccea, quasi sicuramente, e in pieno stile "yankees". Ristoranti e bar al piano terra, a seguire spazi per un megastore dove trovare maglie, tazze e bavaglini per i bebè firmati "Lupacchiotto".


Ma non solo, perché lì ad ovest della capitale non si sentirà soltanto il tifo e il rimbombare dei fedelissimi che sugli spalti diventano "Core de ‘sta città". Una parte del progetto sarà destinata ad una operazione immobiliare che probabilmente aiuterà la famiglia Sensi a tirarsi fuori dall´impasse finanziaria e dalla particolarmente pesante esposizione bancaria. Riuscire infatti ad ottimizzare, a suon di cubature edilizie, un investimento che rimane ulteriormente consistente sarà forse la chiave di volta per offrire agli istituti di credito quelle garanzie reali per rendere più solvibile la società giallorossa. Ed evitare, probabilmente, l´intervento di altri azionisti che finirebbero per spodestare dalla guida della squadra la stesa famiglia Sensi.
Perché in effetti si dovrebbe trattare di un importante intervento urbanistico, si stima che verrebbero realizzati attorno al nuovo stadio migliaia di appartamenti per un totale che potrebbe aggirarsi tra i 200 e i 300 mila metri cubi.

La prossima settimana ci sarà la presentazione alla stampa del progetto. Un nuovo impianto sportivo che metterebbe l´Olimpico definitivamente in naftalina, almeno calcisticamente parlando. Anche perché Rosella Sensi il vecchio Olimpico non l´ha mai amato molto: «troppo scomodo» e «troppo oneroso per le tasche della società».
Poi il progetto dovrà passare al vaglio di Comune e Regione. E se i requisiti necessari ci saranno tutti - l´incontro di ieri in Regione è servito anche per avere un´idea sulla situazione di eventuali vincoli - si passerà alla fase dell´approvazione. Sei mesi in tutto.

 
Totti, scoppia il caso della maglia
Scritto da Dano   
Martedì 22 Settembre 2009 11:18

La Roma si è ritrovata e ha ritrovato Totti, protagonista, insieme a De Rossi della vittoria sulla Fiorentina. Ma intorno alla squadra giallorossa e al suo capitano continuano ad aleggiare pericolose 'nubi'. A fine partita Totti è andato sotto la curva a salutare lanciando la sua maglietta, che però è stata restituita al mittente. Un gesto polemico che testimonia come il rapporto tra il giocatore e alcuni tifosi si sia pericolosamente incrinato.

Il rapporto tra i tifosi della Roma e Totti è pericolosamente in crisi. Il capitano non è più intoccabile, ora è più che mai un dato di fatto. Nei cuori giallorossi qualcun altro sembra aver già preso il suo posto. Sabato scorso, all'uscita da Trigoria, alcuni sostenitori giallorossi hanno detto a De Rossi: "Contestiamo tutti tranne te". Un messaggio forte e chiaro.

Sul campo Totti ha preso per mano la squadra, realizzando una doppietta e offrendo un assist allo stesso De Rossi ma le ruggini restano: dopo la partita il capitano ha lanciato la maglia in Curva Sud, ma chi l'ha presa gliel'ha tirata indietro. Un gesto polemico che è un'ulteriore prova di come la questione del contratto abbia compromesso il suo legame speciale con alcuni tifosi. Totti ha risposto con l'orgoglio alle critiche, non tutti hanno sentito.

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 Succ. > Fine >>

Pagina 11 di 15
More Info

Statistiche

Utenti : 30
Contenuti : 887
Tot. visite contenuti : 1261312

Commenti Articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information