SS Lazio
La Lazio mette il Colosseo sulla maglia
Scritto da Administrator   
Lunedì 12 Marzo 2012 09:50
Forse in molti, in Italia, hanno già sentito parlare di Li Ning, colossale brand cinese che produce e commercializza con marchio proprio abbigliamento per lo sport e il tempo libero. Quello che invece in pochi sanno è che Li Ning sta mettendo a punto un’aggressiva strategia espansionistica per diventare uno dei primi rivenditori di sportswear nel mondo entro il 2018. Il suo motto è “Make The Change" (prepararsi al cambiamento), e dalle notizie che circolano in questi giorni nella capitale sarà proprio la Lazio, la prima società calcistica in Italia a vestire questo nuovo sponsor.

L'azienda più importante della Cina vuole conquistare anche la vecchia Europa e dopo i contratti messi a segno in Spagna (Celta Vigo ed Espanyol) la Li Ning vorrebbe diventare lo sponsor tecnico della Lazio, considerando anche che tra poco più di qualche mese terminerà il contratto decennale con la Puma.

Ultimo aggiornamento Lunedì 12 Marzo 2012 09:50
Leggi tutto...
 
Candreva, e quell'amore per Totti e De Rossi
Scritto da Administrator   
Mercoledì 01 Febbraio 2012 13:45
"Il mio idolo? Francesco Totti, ancora uno dei migliori . Amo il talento. infatti anche Cassano mi fa impazzire .Mi ricordo la faccia di Daniele De Rossi, il mio giocatore modello, negli spogliatoio dell'Olimpico. Lui ha appena perso con noi, il Livorno, ultimo in classifica. Io vorrei la sua maglia che, però in campo, era tutta strappata. Mi aspetta sulla porta e me ne dà una nuova. Per me, romano e romanista, è qualcosa di incredibile".

Non potete capire quello che gli stanno scrivendo i tifosi della lazio sulla sua pagina Facebook.
Ultimo aggiornamento Mercoledì 01 Febbraio 2012 13:48
 
Neve a Roma, Lazio in B
Scritto da Administrator   
Venerdì 12 Febbraio 2010 15:34

Ci sono storie che si tramandano di padre in figlio: raccontate in giornate speciali diventano popolari, patrimonio di una città e della sua storia...

A Roma la neve è sempre un evento particolare: salutata con affetto dai suoi abitanti, come una vecchia amica che si ritrova dopo tanti anni, simbolo di un'annata che, nel bene o nel male, rimarrà scolpita nella mente di chi potrà dire: "Io c'ero". Oggi la città si è svegliata sotto un candore ovattato, una nevicata appena accennata, tanto per ricordare il gusto di un passato non troppo remoto in cui la Capitale fu letteralmente bloccata da un evento atmosferico inusuale a queste latitudini: il biennio 1985 - 86 fece registrare delle nevicate record, entrate a far parte degli annali cittadini ed il ricordo più o meno sereno di quel periodo è legato a doppio filo con la realtà calcistica dell'epoca: la Roma di Dino Viola impegnata a contendere alle varie potenze del Nord le prime posizioni nel massimo campionato, la Lazio infangata in una Serie B ricca d'insidie, pronta a raccogliere i "cocci" di una squadra dilaniata dalle penalizzazioni per il calcio scommesse.

Corsi e ricorsi storici si direbbe: sono passati quasi 30 anni ed il filo rosso del confronto cittadino non è cambiato, anzi...La Roma è più che mai proiettata verso un piazzamento per l'Europa che conta, la Lazio lotta per non retrocedere, tra contestazioni dei tifosi ed una società carente dal punto di vista organizzativo, il neo allenatore Edi Reja cerca di emulare le gesta dell'Eugenio Fascetti eroe, capace di salvare i biancocelesti dalla Serie C dopo gli spareggi contro Taranto e Campobasso.

Modi diversi di salutare la neve, dunque...C'è chi, da tifoso giallorosso, vede nel fiocco bianco il riflesso di una stagione da protagonista e chi invece, nei panni dello scaramantico supporter biancoceleste, trova la memoria di momenti bui, facendo scongiuri verso un monito da dramma sportivo, sperando che la prossima nevicata, se proprio ci deve essere, torni a salutare Roma tra 100 anni...

Ultimo aggiornamento Venerdì 12 Febbraio 2010 15:39
 
Lazio ko, è fuori dall'Europa
Scritto da Dano   
Mercoledì 02 Dicembre 2009 22:06

Rabbia e delusione. La Lazio dice addio all'Europa League nel modo peggiore possibile: il Salisburgo vince 2-1, mentre i biancocelesti recriminano per un rigore negato (colpo di mano in area austriaca) sul risultato di 1-1. Con un turno ancora da giocare, la contemporanea vittoria del Villarreal a Sofia (2-0 contro il Levski) condanna all'eliminazione la squadra di Ballardini. Domenica sera, nel derby con la Roma, il tecnico si gioca una buona parte del suo futuro in biancoceleste. 

Rispetto alle previsioni della vigilia, Ballardini preferisce Zarate e Foggia a Rocchi e Makinwa. L'approccio è quello giusto: aggressivi, attenti e determinati, i biancocelesti costruiscono due-tre occasioni da gol interessanti. Con il passare dei minuti, però, la gara si innervosisce e il Salisburgo prende in mano il gioco. Alla mezz'ora, Muslera rischia l'espulsione per aver reagito ad una brutta entrata di Janko, ma l'arbitro lo punisce con un giallo. 

Nella ripresa Ballardini prova a cambiare qualcosa inserendo Meghni al posto di Eliseu. Al 7', però, gli austriaci trovano il vantaggio con un colpo di testa di Afolabi che beffa Muslera. Sotto di un gol, la Lazio finalmente si sveglia anche grazie all'inserimento di Rocchi. Il pareggio arriva al 12': Foggia si inserisce in area e di sinistro batte Gustafsson. La gara, però, si decide nell'ultimo quarto d'ora. Dopo un palo colpito da Leitgeb, Zarate reclama a gran voce un rigore per un tocco di mano in area austriaca. L'arbitro lascia proseguire e sul ribaltamento di fronte Tchoyi beffa Muslera con un morbido colpo sotto. La Lazio si getta in avanti alla disperata ricerca del pareggio, ma la reazione biancoceleste si ferma sul palo colpito da Makinwa.

Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Dicembre 2009 11:23
 
Serie A: Lazio-Cagliari 0-1, Biancocelesti in piena crisi
Scritto da Dano   
Giovedì 29 Ottobre 2009 11:24

Buio totale in casa Lazio e il malato peggiora. Il Cagliari passa all'Olimpico grazie a un gol di Matri, che apre ufficialmente la crisi della squadra di Ballardini, contestata gia' alla vigilia dai sostenitori biancocelesti. Bottino pieno nelle due prime giornate per la Lazio, per il resto il bilancio e' di 4 pareggi e 4 sconfitte.
Il Cagliari conferma il suo buon momento, vince la seconda partita di fila con il giusto atteggiamento tattico sapendo aspettare il momento opportuno per colpire un avversario volenteroso ma confuso. Ballardini rivoluziona la squadra; assente Baronio a causa dell'influenza; in difesa coppia centrale Radu-Siviglia; spazio a Foggia e al giovane Perpetuini, all'esordio dal 1' minuto; in avanti Rocchi viene preferito a Cruz e fa coppia con Zarate. Allegri deve rinunciare a Lino Marzoratti, bloccato da un risentimento muscolare all'adduttore destro.

Ecco gli highlights dello schifo di ieri sera

Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Ottobre 2009 11:33
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3
More Info

Statistiche

Utenti : 29
Contenuti : 885
Tot. visite contenuti : 1098178

Commenti Articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information