Strano ma Vero
Ci prova con l'infermiera mentre sua moglie partorisce
Scritto da Dano   
Mercoledì 14 Ottobre 2009 16:01

La moglie dava alla luce suo figlio e lui, emozionato ma più interessato al seno dell’infermiera impegnata nell’assistere la donna ormai all’ultimo stadio del travaglio, si è permesso di palpeggiarla, creando non pochi problemi all’interno della sala parto.

Il protagonista di questa incredibile storia è il signor Adam Jay Manning, giovane padre che, a seguito del suo scarso bon ton, non è riuscito almeno per ora a seguire la nascita del figlio: l’infermiera non era infatti consenziente e per questo ha chiesto aiuto al servizio di sicurezza che ha immobilizzato l’insolito personaggio e atteso l’arrivo della polizia che lo ha poi arrestato con l'accusa di molestie.

Un decolleté fatale - Stando a quanto riportato sulle pagine del tabloid americano Salt Lake Tribune, Manning, mentre la moglie affrontava il suo primo parto, avrebbe prima espresso la propria ammirazione nei confronti dell’assistente, evidentemente dotata di un decolleté di tutto rispetto e poi, non ottenendo l’attenzione desiderata, è passato alle vie di fatto, mettendole le mani sui seni davanti agli occhi increduli della moglie. La donna, sebbene senza l’aiuto del maritino, ha dato alla luce un bellissimo bambino che gode di ottima salute.
Ultimo aggiornamento Mercoledì 14 Ottobre 2009 23:08
 
"Fate la pipì prima del decollo"
Scritto da Dano   
Venerdì 09 Ottobre 2009 11:43

La compagnia aerea giapponese Ana ha lanciato una singolare campagna per ridurre il consumo di carburante: invita i suoi passeggeri a fare la pipì prima di imbarcarsi. In tal modo infatti perdono peso e questo significa che gli apparecchi, appunto meno pesanti, possono viaggiare risparmiando sul propellente.

Insomma, se salgono a bordo con le vesciche vuote, i passeggeri portano in volo meno peso, e l'aereo dovrà in tal modo utilizzare meno carburante per il viaggio. Ecco il motivo della singolare richiesta mossa dalla compagnia, in quello che suona come un disperato tentativo di ridurre al minimo consumi e quindi anche emissioni di inquinanti.

E anche le altre compagnie giapponesi hanno riconosciuto che questa policy aziendale potrebbe portare a una riduzione del carburante di cinque tonnellate al mese, e in più a un consistente risparmio di denaro.

Si pensa già a una sorta di controllo del rispetto delle regole con una verifica del peso dei passeggeri ai gate di imbarco.

Ultimo aggiornamento Venerdì 09 Ottobre 2009 11:45
 
La Vita al Contrario
Scritto da Administrator   
Mercoledì 07 Ottobre 2009 12:05

La vita dovrebbe essere vissuta al contrario.
Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo, e così tricchete tracchete il trauma è bello che superato.
Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai migliorando di giorno in giorno.
Poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio. Col passare del tempo le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe scompaiono.
Poi inizi a lavorare e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro. Lavori quarant’anni finché non sei così giovane da sfruttare adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa.
Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari per iniziare a studiare. Poi inizi la scuola, giochi con gli amici, senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finché non sei bebé.
Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che ormai dovresti conoscere molto bene. Gli ultimi nove mesi te li passi flottando tranquillo e sereno, in un posto riscaldato con room service e tanto affetto, senza che nessuno ti rompa i ********.
E alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo.

 
Prova il bungee jumping, la corda si spezza, ma lui si salva
Scritto da Dano   
Mercoledì 07 Ottobre 2009 10:59

Tragedia sfiorata per un turista in Thailandia: si lancia per provare il brivido del bungee jumping in un volo da 50 metri, il cavo elastico si spezza improvvisamente. L'uomo si schianta in acqua, ma sopravvive. Una scioccante sequenza filmata della vacanza sull'isola di Phuket: il protagonista è il giovane Rishi Baveja. Il 22enne studente britannico a Cambridge voleva festeggiare i buoni voti dell'università con un'impresa estrema e indimenticabile. Che ora, probabilmente, ricorderà per tutta la vita. Nel breve video si vede un collaboratore legare la fune e la imbracatura di sicurezza ai piedi del ragazzo che è stato portato in cima alla piattaforma del centro Jungle Bungy a Kathu. Sotto di lui c'è la superficie di una laguna. Poi, il lancio nel vuoto a testa in giù. E di colpo ecco verificarsi l'impensabile: la corda si spezza e il saltatore si schianta rovinosamente in acqua. A 130 chilometri orari. La sua fortuna: è riuscito a fare in modo che la forza dell'impatto si concentrasse sullo stomaco e che non cadesse con la testa. Questo gli ha salvato la vita.

RICOVERATO PER UN MESE - Come riporta il tabloid inglese Daily Mail, Rishi Baveja del West Yorkshire ha riportato ferite come quelle di un brutto incidente in auto. Lo studente è stato ricoverato per un mese in un ospedale di Bangkok, prima di poter fare ritorno a casa in Gran Bretagna e raccontare la drammatica avventura. I medici gli hanno dovuto asportare la milza. «I dottori hanno spalancato gli occhi quando gli ho illustrato cos'era accaduto, non credevano che avessi potuto sopravvivere a un simile incidente. Pure io non me ne capacito ancora vedendo il video che documenta la caduta. Sono stato davvero fortunato». Rishi Baveja non ha intenzione fare causa ai responsabili del bungee jumping - «per le poche probabilità che ho di vincere», ha detto al giornale. Il salto è costato l'equivalente di circa 55 euro. La pagina web della struttura Jungle Bungy spiega che «nel centro non ci sono stati incidenti dal 14 giugno 1992». «Dopo più di 140mila salti è il primo da 17 anni» ha spiegato il proprietario Terry Pearce. Lo studente è tuttora in via di guarigione e pensa già alla prossima emozione: «Appena torno in forma vorrei provare con lo skydiving».

Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Ottobre 2009 16:26
 
Tel Aviv, in una casa di riposo orgia per ultra-novantenni
Scritto da Dano   
Lunedì 05 Ottobre 2009 17:48

Forse nelle intenzioni degli organizzatori si doveva trattare di un'innocente festa tra arzilli vecchietti. Si è trasformata ben presto in una vera e propria orgia tra le mura di una lussuosa casa di riposo. E' accaduto in una struttura per anziani che sorge a nord di Tel Aviv, e a riferirlo è il quotidiano Israel ha-Yom, secondo cui alcuni dei protagonisti del festino a luci rosse sono ultra-novantenni.

Di fronte all'inattesa dimostrazione di vitalità degli ospiti della struttura, lo staff della casa di riposo ha preferito non intervenire e l'evento, che pure era stato inevitabilmente notato, non è stato interrotto da medici e infermieri.

Altro che festa: gli anziani ricoverati nell'istituto non si limitavano a chiacchiere, giochi, balli. Sembra, dal racconto del giornale, che tutti si siano lasciati andare a intrattenimenti un po' più spinti di quanto la convenienza voglia, e che la festa sia degenerata in un party a luci rosse.

Forse ai responsabili sarà sembrato opportuno non interrompere i vecchietti mentre erano impegnati in attività molto "intime". Ma una votla smaltita la "sbornia", l'indomani, come aggiunge il giornale, la direzione dell' istituto ha emesso un severo comunicato in cui diffida gli ospiti dal tornare a esibirsi in effusioni incontrollate.

Ultimo aggiornamento Lunedì 05 Ottobre 2009 17:50
 
Denuncia la scomparsa della moglie. La polizia la trova: faceva sesso in auto
Scritto da Ely   
Venerdì 02 Ottobre 2009 08:52

 Ha aspettato per due ore la moglie. Poi, preoccupato, ha deciso di chiamare la polizia per denunciarne la scomparsa. Subito sono scattate le ricerche delle volanti di Ravenna. La donna è stata ritrovata poco dopo. Non si trovava in pericolo. Anzi, è stata sorpresa mentre faceva sesso in un'auto abbandonata in una via buia della città.

Completamente nuda, mentre il marito in ansia la cercava, si stava intrattenendo con un senegalese privo di permesso di soggiorno. I due, lei 41 anni, lui 30, sono stati denunciati a piede libero per atti osceni. Per l'extracomunitario, con numerosi precedenti per reati contro la persona, è scattato anche il decreto di espulsione.

La coppia, residente in provincia di Ferrara, era andata lunedì a Ravenna per sbrigare alcune pratiche. Si erano divisi per darsi appuntamento poco più dardi. Ma della donna non si è saputo più nulla. Fino all'intervento della polizia.....

......chissà com'era sto senegalee...maschietti se non trovate più le vostre compagne non preoccupatevi: saranno sicuramente in buone mani!!!eheheheh

Ultimo aggiornamento Venerdì 02 Ottobre 2009 08:53
 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 13 di 21
More Info

Statistiche

Utenti : 30
Contenuti : 887
Tot. visite contenuti : 1278098

Commenti Articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information